Posa in opera geometria

posa in opera, uno sguardo alle diverse geometrie maggiormente utilizzate

I listoni, anche di diversa dimensione, vengono posati a terra seguendo delle composizioni che possono valorizzare ulteriormente la bellezza del legno.
Nella scelta della geometria e del tipo è opportuno tenere conto di alcuni fattori pratici e funzionali e non solo estetici :
-assestamento del legno: normalmente è il lato corto il più soggetto a variazioni dimensionali
-illuminazione: se il parquet viene illuminato dalla luce naturale seguendo il lato lungo dei listoni venature e dimensioni verranno valorizzate
-direzione della posa in opera: la percezione di chi entra sarà più gradevole se il percorso si snoda nel senso della lunghezza degli elementi o se la direzione del parquet è ortogonale alla soglia della porta.

Questi sono solo alcuni dei fattori di cui teniamo conto quando effettuiamo la posa in opera.

I disegni maggiormente utilizzati sono:

CASSERO IRREGOLARE O POSA A CORRERE O A TOLDA DI NAVE

I singoli elementi, anche di differente estensione, sono disposti nel senso della lunghezza, in modo che le giunzioni di testa risultino irregolari e variate l’una rispetto all’altra. I pezzi possono essere paralleli al muro o in diagonale, inclinati di 45° o 30° rispetto alle pareti. Se la posa è in diagonale rispetto al muro, può essere completata con fascia e bindello.

Posa in opera a cassero irregolare

CASSERO REGOLARE

È simile alla geometria a correre, ma in questo caso i singoli elementi hanno lo stesso formato e vengono disposti nel senso della lunghezza in modo che le giunzioni di testa vengano a trovarsi nella stessa mezzeria o comunque in posizione costante rispetto a ciascuna lista della fila precedente.

Posa in opera a cassero regolare

A SPINA DI PESCE

Gli elementi vengono disposti in file parallele a 90° tra di loro, in modo che la testa di uno si unisca al fianco dell’altro. La posa può essere dritta o in diagonale. Può essere abbinata a fascia e bindello.

Posa in opera a spina di pesce

SPINA UNGHERESE

A differenza del precedente, in questo tipo di disegno i singoli pezzi hanno i due lati corti tagliati con un’inclinazione di 45° o 60° rispetto a quelli lunghi. La modalità di posa è simile a quella della spina di pesce. Può essere completata con fascia e bindello.

Posa in opera a spina ungherese

POSA IN OPERA A SPINA UNGHERESE

POSA A MOSAICO O A QUADRI

Le singole liste, assemblate in modo da formare un quadrato, in lunghezza sono un multiplo esatto della larghezza. Eseguita dritta o in diagonale, tale posa in opera non si adatta a eventuali fuori squadra dei muri. Può essere abbinata a fascia e bindello.

Posa in opera a quadri

Posa in opera a quadri

FASCIA E BINDELLO

Viene così chiamata la finitura della zona perimetrale della pavimentazione, formata da elementi in legno con una geometria diversa (la fascia) rispetto a quella predominante e da altri che fanno da raccordo (bindello) tra i due.

Posa in opera a fascia e bindello

Posa in opera a fascia e bindello

La geometria di posa in opera è solo uno dei fattori di cui teniamo conto quando effettuiamo dei lavori, richiedici un preventivo gratuito senza impegno.